Come creare un sito web

10 aprile 2019

Ritagliarsi il proprio angolo di web: ci sono diversi motivi per farlo, sia che si voglia creare uno spazio puramente informativo, sia che si voglia mettere su un ecommerce di successo. Alla domanda “come creare un  sito web?” - ve lo premettiamo - non è possibile dare una risposta univoca. Il web è uno spazio sì tecnico, ma creativo, pieno di risorse e in continuo sviluppo! Esploriamo quindi alcuni dei modi utilizzati per la creazione di siti web.

 

INDICE

Come creare un sito web HTML

Iniziamo dall’HTML. Innanzitutto un po’ di chiarezza; si è diffusa erroneamente la convinzione che l’HTML sia un linguaggio di programmazione. Niente di più sbagliato: HTLM, acronimo di HypertText Markup Language non si basa su algoritmi, ma fa parte di una categoria di linguaggi di markup che consentono di specificare e distribuire gli elementi di una pagina web.

 

Tramite l’HTML il browser può interpretare più facilmente le componenti del sito utilizzando dei tag per ogni tipologia di elemento.

 

La più recente versione disponibile di HTML è l’HTML5. Tramite questa, si possono gestire in maniera autonoma non solo marcature standard ma anche contenuti multimediali, come video, audio ed elementi interattivi.

 

Il tag iniziale è composto da parentesi angolari con una parola o una sigla nel mezzo. Almeno per quanto riguarda il tag di apertura. Per quello che delimita invece la fine della “regola” segnalata, sarà utilizzato uno slash antecedente alla sigla in parentesi:

 

es. <p> </p>

 

Chi non ha troppa familiarità col mondo del web potrebbe sentirsi un po’ spaventato, ma niente paura: adesso andremo ad analizzare i principali componenti di questo linguaggio!

 

Elementi di HTML

 

<!DOCTYPE html>: il primo elemento contraddistintivo del file HTML, generalmente specifica anche la tipologia di HTML utilizzato.

 

<html>: il secondo elemento inserito è proprio quello col tag dell’html. Specifica elementi come la lingua e il titolo della pagina insieme a tutta una serie di elementi strutturali.

<body> : questo tag ha la stessa importanza dell’elemento . È rilevante anche perché contiene tutti gli elementi ipertestuali (come immagini, link ecc). Al suo interno sono specificati anche gli indicatori di titoli e sottotitoli - <h1>, <h2>, <h3> - i paragrafi, <p> ecc.

 

Guardate cosa genera questo semplice blocco di testo con linguaggio HTML:

 

Il CSS permette di definire lo stile degli elementi della pagina. Si tratta di un linguaggio diverso da quello HTML e si può definire racchiudendo le specifiche nel tag da collocare all’interno della sezione .

 

Usabilità da più dispositivi e CMS

Una cosa fondamentale da tenere in considerazione? L’usabilità del sito da diversi dispositivi. Ad esempio oggi è impossibile non tener conto delle performance del sito da dispositivo mobile. Tutte le pagine devono quindi essere progettate anche per la visualizzazione da smartphone, iPhone ma anche tablet e per le diverse risoluzioni di schermo.

 

Proprio per questo motivo, è diventato molto comune ricorrere ai CMS, Content Management System, framework preconfezionati che consentono di creare un sito web tramite un gestionale. Qualche esempio? Wordpress, Joomla!, Magento, PrestaShop ecc.

 

Abbiamo citato solo alcuni dei CMS disponibili. Per questo approfondimento sceglieremo di esaminare struttura e funzionamento del più intuitivo tra quelli elencati, Wordpress.

 

Per scoprire le funzionalità e le potenzialità di altri CMS per siti di successo vi basterà continuare a seguire il nostro Blog!

 

Come creare un sito web con Wordpress

Per quanto abbastanza intuitivo da utilizzare, anche Wordpress richiede un po’ di studio per essere utilizzato al meglio.

 

Innanzitutto c’è da chiedersi quale sia l’obiettivo che intendete raggiungere con il vostro “angolo web”.

 

Se intendete realizzare un vero e proprio ecommerce è preferibile rivolgersi ad agenzie web competenti che possano offrirvi anche piani di marketing su misura, come Estensa.

 

Qualunque sia l’obiettivo ultimo una cosa però è molto chiara: per creare un sito web riuscito e trafficato è indispensabile identificare il proprio target di riferimento.

 

Con questo dato ben chiaro sarete anche in grado di individuare il CMS più adatto alle vostre esigenze.

 

Registrare il dominio e trovare un hosting

 

Per la realizzazione di un sito c’è bisogno di scegliere un dominio e uno spazio hosting.

 

Il nostro consiglio? Scegliere un nome che rifletta la tipologia di servizi che si vorrebbe offrire, informativi o acquistabili che siano. In questo modo gli utenti potranno atterrare sul sito anche tramite la ricerca di parole chiavi attinenti inserite nei motori di ricerca.

 

Il passo successivo sarà quello di trovare un hosting per il dominio.

 

Attenzione: dopo aver scelto come chiamare il proprio dominio, bisognerà selezionare l’estensione più appropriata. Con estensione si intende la parte alla fine dell’url del sito (.it, .com, .net, .info ecc). Utile anche per definire il mercato nel quale ci si vorrebbe inserire.

 

Nella prima fase di creazione del sito web è molto probabile che abbiate pagine colme di contenuti temporanei, si tratta di un momento molto delicato nella creazione di un sito, e vi spieghiamo perché!

 

Pronti per la messa online?

 

È possibile che abbiate bisogno di qualche giorno per definire i contenuti del vostro sito, in questa fase è importante impedire ai robot dei motori di ricerca di accedervi, rischiando così di indicizzare i contenuti provvisori!

 

Wordpress offre uno strumento davvero utile. Nelle impostazioni, spuntando l’area “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito” impedite ai robot di accedere al sito prima che sia redatto e adattato alle vostre esigenze.

 

Non metteteci troppo a caricare i contenuti giusti, e soprattutto ricordate di deflaggare la sezione una volta che il vostro sito sarà proprio come l’avete immaginato!

 

Pagine statiche di un sito web

 

Cosa si intende per pagine statiche? Ci stiamo riferendo ai contenuti fondamentali del sito, tra questi:

 

Homepage

L’homepage è il vostro biglietto da visita. È l’area che deve comunicare in maniera immediata chi siete e cosa offrite. Dovete invogliare gli utenti a sapere di più su ciò che fate, in modo che abbiano voglia di tornare a visitare la vostra pagina!

 

Chi siamo

Nella pagina “Chi siamo” potrete… presentarvi! Gli utenti amano sapere chi c’è dietro un sito web e dando questo tipo di informazioni potrete aumentare la trust dei visitatori.

 

Servizi o Prodotti

Raccontate il vostro servizio! Se si tratta di un negozio online, realizzate schede prodotto provviste di immagini e informazioni tecniche dettagliate.

 

Contatti

Dite ai vostri utenti come contattarvi e lasciate recapiti email e telefonici.

 

Blog

Il Blog è uno strumento fondamentale, non solo per accrescere l’interesse dei vostri visitatori verso alcune tematiche o prodotti, ma anche per indicizzare nuove keyword ed ottenere una maggiore visibilità nei motori di ricerca.

 

Collegamento ai Social

Infine, collegate il sito alle pagine Social. Instagram, Twitter, Facebook e chi più ne ha più ne metta!

 

Una volta accertate tutte queste condizioni, sarete pronti per la messa online. Dovrete quindi generare l’url della Sitemap e segnalarla a Google attraverso i WebMaster Tool. In questo modo darete il “via” al processo di indicizzazione del vostro sito!

 

È chiaro dunque come creare un sito web? Come vi abbiamo premesso tutto dipende dal fine ultimo che vi state proponendo e certo, creare un pagina informativa potrebbe rivelarsi molto più semplice rispetto a realizzare un vero e proprio ecommerce!

 

Avete trovate utile questo articolo e volete maggiori informazioni? Oppure desiderate un consulto per la realizzazione del vostro sito?

Allora non esitate a contattarci. Cliccate qui per mettervi in contatto con noi: Estensa, Full Service Web Agency.


direct line

linea diretta con estensa, contattaci a questo numero

+39 0817623132