fbpx

Category: News

Il bonus export digitale rappresenta un’opportunità imperdibile per le aziende, le reti e i consorzi che desiderano espandere la propria presenza sui mercati internazionali sfruttando le potenzialità del digitale.

Questo incentivo, promosso dal Maeci e Ice-Agenzia, con il supporto tecnico di Invitalia, è stato introdotto con l’obiettivo di favorire l’export e la digitalizzazione delle imprese italiane, offrendo una serie di vantaggi significativi che possono contribuire in modo tangibile alla crescita e al successo aziendale.

Quali sono i benefici del bonus export digitale?

Il bonus export digitale offre una serie di benefici e vantaggi per le aziende che decidono di aderire e sfruttare le opportunità offerte da questo incentivo. Tra i principali vantaggi, vi è la possibilità di ricevere un sostegno economico per le spese legate all’export digitale, che possono includere la creazione di siti web multilingue, l’ottimizzazione per i motori di ricerca internazionali, la realizzazione di campagne di marketing digitale mirate e altro ancora.

Inoltre, il bonus export digitale favorisce la creazione di reti e consorzi tra le imprese, incoraggiando la collaborazione e lo scambio di conoscenze e competenze nel campo dell’export digitale. Questo approccio collaborativo consente alle aziende di ampliare il proprio raggio d’azione e di accedere a nuovi mercati internazionali in modo più efficace e efficiente.

Il programma prevede un finanziamento a fondo perduto di 10.000 euro, richiedendo che le spese ammesse non siano inferiori a 12.500 euro (per le singole aziende) o a 22.500 euro (per reti e consorzi), con un minimo di spesa di 25.000 euro per reti e consorzi.
La scadenza per la presentazione delle domande è fissata entro le ore 10 del 12 aprile 2024.

Come accedere al bonus export digitale?

Per accedere al bonus export digitale, le aziende, le reti e i consorzi devono soddisfare determinati requisiti e seguire una procedura di domanda specifica. Innanzitutto, è necessario verificare la propria idoneità all’incentivo e compilare la documentazione richiesta per la presentazione della domanda.

Una volta approvata la domanda, le aziende possono usufruire del sostegno finanziario offerto dal bonus export digitale per avviare e implementare le proprie iniziative di export digitale.
È importante monitorare da vicino i requisiti e le scadenze stabilite per assicurarsi di ottenere il massimo beneficio da questo incentivo e massimizzare le opportunità di crescita e sviluppo sul mercato internazionale.

Se vuoi sapere di più su come accedere al bonus, segui il link, ti guideremo verso la richiesta del bonus.

Instagram è una delle piattaforme di social media più popolari al mondo, con milioni di utenti attivi ogni giorno. Per rimanere al passo con le aspettative degli utenti e offrire un’esperienza sempre più coinvolgente, Instagram continua ad aggiornare e introdurre nuove funzionalità. In questo articolo, esploreremo gli ultimi aggiornamenti di Instagram e le nuove funzionalità che i suoi utenti possono scoprire e sfruttare per migliorare la loro esperienza di utilizzo della piattaforma.

Cosa c’è di nuovo nell’ultimo aggiornamento di Instagram

Instagram continua a sorprendere i suoi utenti con nuove funzionalità nell’ultimo aggiornamento, offrendo ancora più opportunità di connessione e creatività. Vediamo alcune delle caratteristiche più interessanti introdotte nell’ultimo aggiornamento di Instagram:

  1. Profili di gruppo: una delle nuove funzionalità è la possibilità di creare profili di gruppo su Instagram grazie al quale gli utenti potranno avere un unico luogo, condiviso con amici o follower, in cui condividere materiali. Quando si condividerà un contenuto su un profilo di gruppo, questo verrà condiviso solo ai membri del gruppo, e non a tutti i follower, proprio come accade ai gruppi su Facebook.
  2. Anteprima Reel: con l’ultimo aggiornamento, Instagram ha introdotto la possibilità di visualizzare l’anteprima di un Reel prima di pubblicarlo. Questo consente agli utenti di controllare l’aspetto e l’effetto del video prima di condividerlo con il pubblico. In questo modo, gli utenti possono apportare modifiche o miglioramenti necessari per creare contenuti di qualità superiore.
  3. Barra di ricerca nelle visualizzazioni stories: un’altra novità interessante nell’ultimo aggiornamento è la funzione “cerca persona” all’interno delle visualizzazioni delle storie. Questo strumento consente agli utenti di cercare specificamente una persona all’interno delle visualizzazioni delle loro storie, senza andare a spulciare il nome all’interno delle views.
    La novità, richiestissima dagli utenti già da un po’ di tempo, come la maggior parte degli aggiornamenti di Instagram, sarà rilasciata gradualmente.
  4. Link multipli nella bio: con questa nuova funzionalità, gli utenti possono includere più link nella loro biografia di Instagram. In passato, gli utenti potevano inserire solo un link, solitamente verso il proprio sito web o un collegamento rilevante. Tuttavia, con l’introduzione dei link multipli, gli utenti possono ora includere collegamenti a varie pagine o risorse, offrendo agli utenti una maggiore flessibilità e possibilità di esplorazione, fino ad un massimo di 5 link per biografia direttamente dall’applicazione.Questa funzione è particolarmente utile per le aziende e gli influencer che desiderano indirizzare il loro pubblico verso diverse pagine o risorse importanti. Ad esempio, un’azienda potrebbe includere link diretti alle proprie pagine di prodotti, blog, promozioni o social media collegati. Gli influencer possono anche utilizzare i link multipli per indirizzare i loro follower verso collaborazioni, sponsorizzazioni o risorse rilevanti.

Consigli per sfruttare al meglio l’aggiornamento di Instagram

Sfrutta appieno le nuove funzionalità introdotte con i vari aggiornamenti di Instagram per ampliare la tua presenza e migliorare l’interazione con il tuo pubblico. Sperimenta, innova e resta aggiornato per ottenere il massimo dalla piattaforma di social media sempre in evoluzione.

Nonostante le nuove funzionalità, però, è importante mantenere una strategia di contenuti coerente che rispecchi la tua identità e la tua nicchia di riferimento. Mantieni una coerenza nell’estetica, nel tono di voce e nei messaggi per creare un brand riconoscibile e fedele alla tua identità.

Dedica del tempo a familiarizzare con le nuove funzionalità e scopri come possono arricchire la tua esperienza su Instagram. Sperimenta con gli adesivi, i filtri, gli effetti speciali e le altre opzioni creative disponibili per rendere i tuoi contenuti più coinvolgenti ed accattivanti.

Puoi affidarti a degli esperti costantemente in aggiornamento per creare contenuti in tendenza. Scopri come, contattandoci!

La Regione Campania ha avviato un’iniziativa per il rafforzamento delle Imprese, con l’obiettivo di potenziare la competitività delle aziende, favorire la diffusione dell’innovazione e agevolare l’attuazione di programmi di investimento innovativi, che generano un elevato impatto sull’occupazione nel contesto regionale.
A partire dal 30 maggio 2023, le imprese di tutte le dimensioni insediate nella Regione Campania avranno l’opportunità di presentare una domanda per l’accesso ad un contributo a fondo perduto per programmi di investimento che possono variare da 2 milioni a 34 milioni di Euro. 

Questi investimenti devono includere almeno una delle seguenti tipologie:

A) Investimenti produttivi (con un limite massimo di 18 milioni di euro);

B) Progetti di ricerca e sviluppo (con un limite massimo di 15 milioni di euro);

C) Piani di formazione per la qualificazione delle competenze dei lavoratori (con un limite massimo di 1 milione di euro).

Spese ammissibili

Le spese ammissibili per beneficiari degli incentivi finanziari nella Regione Campania comprendono diverse categorie, tra cui:

A) Investimenti produttivi

  • Suolo aziendale e sue sistemazioni
  • Opere murarie e assimilate
  • Infrastrutture specifiche aziendali
  • Macchinari, impianti e attrezzature
  • Programmi informatici brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non
    brevettate
  • Immobilizzazioni immateriali, così come individuate all’articolo 2, punto 30, del
    Regolamento GBER
  • Spese relative a consulenze connesse al programma medesimo, ai sensi e nei limiti
    dell’articolo 18 del Regolamento GBERB

B) Progetti di ricerca e sviluppo

  • Personale
  • Strumenti e attrezzature
  • Ricerca contrattuale
  • Spese generali
  • Altri costi di esercizio

C) Piani di formazione per la qualificazione delle competenze dei lavoratori

  • Spese del personale relative ai partecipanti alla formazione
  • Costi sostenuti per le attività di formazione/riqualificazione del personale

Il termine per presentare la domande è previsto per il 12 settembre 2023.

Se sei interessato a quest’opportunità per la tua azienda non esitare a contattarci. Saremo felici di aiutarti!

WhatsApp ha annunciato un nuovo aggiornamento che promette di aumentare la sicurezza e proteggere ulteriormente la privacy degli utenti. Questo aggiornamento introduce una funzione molto attesa: “Chat Lock”. Con questa nuova funzionalità, gli utenti potranno mettere al sicuro le loro conversazioni personali in modo semplice ed efficace.

Mantieni le tue conversazioni al sicuro con “Chat Lock”

La funzione “Chat Lock” consente agli utenti di bloccare l’accesso alle proprie chat con un tocco. Ora non dovrai più preoccuparti di occhi indiscreti che possono curiosare nelle tue conversazioni private. Una volta attivato, il blocco delle chat richiederà un’autenticazione aggiuntiva, come l’impronta digitale o il riconoscimento facciale, a seconda delle impostazioni del tuo dispositivo.

Tranquillità e privacy garantite

Grazie a “Chat Lock”, puoi finalmente rilassarti e goderti la tranquillità di sapere che le tue conversazioni sono al sicuro. Che tu abbia conversazioni personali, informazioni sensibili o semplicemente desideri mantenere la tua privacy, questa funzione ti permette di proteggere i tuoi messaggi da sguardi indiscreti.

Come attivare “Chat Lock”

Per attivare la funzione “Chat Lock”, è sufficiente aggiornare WhatsApp all’ultima versione disponibile sul tuo dispositivo. Successivamente, puoi accedere alle impostazioni di privacy all’interno dell’app e selezionare l’opzione “Chat Lock”. Da lì, potrai personalizzare le tue preferenze di blocco, come l’autenticazione biometrica o l’utilizzo di un PIN.

Con l’arrivo dell’aggiornamento di WhatsApp e l’introduzione di “Chat Lock”, la sicurezza e la privacy degli utenti sono state al centro dell’attenzione. Ora hai il controllo completo sulle tue conversazioni e puoi proteggerle in modo efficace.

Non esitare, aggiorna WhatsApp e attiva subito la funzione “Chat Lock” per mantenere al sicuro le tue chat e goderti la tranquillità di una maggiore protezione della tua privacy.
Seguici per essere informato su tutti gli aggiornamenti social!

Al giorno d’oggi ogni azienda, ogni brand, necessita di presenza online, con i social ma anche con un sito web. È importante, però, che questi siano curati al meglio per ottenere risultati efficienti e far vivere un user experience fluida a chiunque visiti il sito internet.

Rivolgersi ad una web agency può essere la scelta vincente per ottenere risultati, ma come scegliere quella in grado di soddisfare le proprie esigenze?

Prima di scegliere l’agenzia, è importante capire e prefissarsi gli obiettivi da voler raggiungere attraverso la presenza sul web.

Quali funzioni svolge una web agency?

Una web agency svolge diverse funzioni per aiutare i propri clienti a creare e gestire il loro sito web.
La prima categoria di servizi di web agency riguarda la creazione di siti internet, App per smartphone, servizi digitali interni al sito o soluzioni di e-commerce. Il web però non è solo siti internet, ma tutto ciò che comprende una presenza online. Quello a cui facciamo riferimento è chiaramente anche tutta la galassia dei social network.

La presenza online è diventata fondamentale, ed è qui che entrano in gioco tutte le funzioni di una web agency, concentrate sulle azioni che servono a dare la giusta visibilità ai siti web sui social network e sui motori di ricerca.

Ecco alcune delle principali attività che può svolgere:

  1. Progettazione e sviluppo di siti web: l’agenzia può aiutare i clienti a progettare e sviluppare un sito web personalizzato, utilizzando diverse tecnologie.
  2. Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO): l’agenzia può aiutare i clienti a ottimizzare il loro sito per i motori di ricerca, in modo che appaia nei primi risultati di ricerca per determinate parole chiave.
  3. Marketing digitale: l’agenzia può aiutare i clienti a creare e implementare campagne di marketing digitale, come la pubblicità sui social media, l’email marketing e la pubblicità sui motori di ricerca (Google e social).
  4. Analisi e monitoraggio: l’agenzia può aiutare i clienti a monitorare e analizzare i dati del sito, come le statistiche del traffico e le conversioni, per aiutare a migliorare le prestazioni del sito.
  5. Manutenzione e supporto: l’agenzia può offrire supporto e manutenzione per il sito web del cliente, per garantire che funzioni correttamente e sia sempre aggiornato.

Come trovare una web agency

Per scegliere la giusta web agency si può iniziare da una ricerca online. È necessario disporre di un elenco da cui elaborare una lista di possibili agenzie da poter prendere in considerazione.
Utilizza Google Maps per controllare e conoscere le web agency più vicine a te.
Una volta che hai un elenco di agenzie di marketing e comunicazione, inizia a esaminarle una ad una per trovare quella giusta per te.

Fatto questo, si inizia un’analisi più profonda, confrontando le varie agenzie e dando un’occhiata al portfolio di ognuna, le collaborazioni e i settori in cui sono specializzate.

Scegliere la giusta web agency è fondamentale per avere un sito che possa essere utile e rispondere immediatamente alle esigenze di nuovi potenziali clienti.

Se cerchi una web agency Napoli, contattaci e scopri quello che da quasi 20 anni offriamo ai nostri clienti.

Talkwalker, piattaforma leader di mercato di consumer intelligence e social listening, per l’ottavo anno consecutivo ha stilato un report annuale su quali saranno i social media trend del nuovo anno.

Sfruttare nuovi trend a proprio vantaggio, è un’ottima strategia per tutti quei brand che desiderano migliorare la propria visibilità.

Novità Instagram

Instagram è il social media definito “ibrido”, quello che sta in mezzo ai boomer delle prime piattaforme (vedi Facebook) e le nuove che stanno spopolando. L’obiettivo di Instagram, con le novità, è quello di coinvolgere in sé più generazioni.

La prima novità si chiama Instagram Notes, che introduce la possibilità di comunicare pubblicamente con gli altri utenti, utilizzando solo il testo e gli emoji.
Gli utenti avranno la possibilità di scrivere una breve porzione di testo, usando un massimo di 60 caratteri tra testo ed emoji, cliccando in cima alla loro casella di posta e selezionando i follower che si seguono.
Dopo aver scritto un testo, questo apparirà nella parte superiore della posta in arrivo per 24 ore, ed eventuali risposte arriveranno in direct.

L’obiettivo con l’introduzione di questa novità, è quello di coinvolgere quegli utenti che stanno uscendo da twitter, sebbene l’interfaccia sia modificata.

Candid stories è la seconda novità Instagram 2023. Candid vuole riprendere la modalità di pubblicazione di BeReal concedendo agli utenti di pubblicare una volta al giorno condividendo un selfie e una foto dalla camera anteriore.
Come accade per BeReal, anche Candid prevede la visualizzazione dei contenuti dei nostri follower solo dopo aver caricato i propri.
Le possibilità di creare le proprie Candid sono 3: cliccando sulle storie, sul feed o sulla notifica giornaliera.

Attualmente questa funzione è attiva solo in Sudafrica ma, gradualmente, arriverà in altri paesi.

La terza novità riguarda i profili di gruppo, ora in fase di test, ovvero un profilo condiviso on gli amici che permetterà di condividere post e Storie, solo pubblicati su questo profilo e non sul proprio e condivisi con gli altri membri del profilo di gruppo.

Questa funzione ha l’obiettivo di richiamare i gruppi Whatsapp e Facebook/Messanger.

Ultima novità, di cui si abbiamo già parlato in questo articolo, riguarda la possibilità di programmare post e storie direttamente dall’app di Instagram senza affidarsi ad app esterne come Meta Business Suite.

Novità Facebook

Dal 2023 Facebook disinstallerà dalla propria app il servizio “Instant Articles”: lanciato nel 2015, permette di accedere rapidamente a siti web che postano link a notizie, senza che dallo smartphone o tablet venga aperto un browser. Il formato, però, non ha mai avuto il successo previsto.

Attualmente meno del 3%  degli utenti è interessato alla funzione Instant Articles. L’eliminazione di questa funzione va sicuramente a discapito dei quotidiani di tutto il mondo che, ormai stroncati nella versione cartacea, cercavano il modo di rilanciare i propri articoli e il proprio sito online.

L’intelligenza artificiale consiglierà più post, lo ha anticipato lo stesso Zuckerberg sottolineando che nel prossimo anno (o forse due) Facebook inizierà a mostrare più contenuti consigliati nel feed. Un po’ come accade su TikTok, che si concentra sul mostrare i migliori contenuti di tutti gli utenti, piuttosto che spingere l’utente a rinchiudersi dentro le proprie reti sociali.

Questa è un’opportunità soprattutto per chi lavora in ottica di brand awareness, stimolando i creator a pubblicare sempre più contenuti per mostrare i propri post ad un pubblico sempre più ampio.

Integrazione degli avatar: permetterà alle persone di familiarizzare sempre di più con il Metaverso stimolando l’utilizzo degli avatar come forma di identità digitale. I personaggi digitali saranno alla base del coinvolgimento nel nuovo ambiente virtuale che potrebbe stravolgere le nostre vite.

Annunci di clic per i messaggi. Le interazioni si stanno spostando sempre di più sulla conversazione nel privato. Gli utenti danno sempre più spazio ai direct message. il “Click to message” potrebbe rappresentare uno strumento irrinunciabile per i marketer, costringendoli a riadattare le proprie strategie promozionali verso una direzione fondata sull’interazione tra marchi e utenti attraverso le app di messaggistica.

Per raggiungere i propri obiettivi, è importante stare al passo con i nuovi aggiornamenti e affidarsi a degli specialisti del web, i quali ti aiuteranno a realizzare i progetti prefissati.
Se cerci una Web agency a Napoli, che gestisca i tuoi social al passo con le novità, contattaci per richiedere una consulenza e fai crescere il tuo business in modo sano e duraturo.

Ogni anno le novità social sono tante, ma quella che tutti stavano aspettando finalmente è arrivata e riguarda la piattaforma utilizzata ormai da chiunque: la novità instagram riguarda la possibilità di programmare post instagram, programmare reel o caroselli direttamente da app, senza quindi ricorrere ad applicazioni esterne o client di terze parti.

La funzionalità per programmare contenuti era, prima di oggi, disponibile solo attraverso servizi esterni: adesso Meta ha annunciato che la funzione è in arrivo in maniera nativa nell’applicazione mobile per tutti gli account Business.

Insomma, niente più bisogno di “intermediari” o di salvare in bozza i contenuti con il rischio di perderli o cancellarli per errore, tutto si può svolgere comodamente dall’app principale.

Novità Instagram: come programmare i post e i reels su instagram

Come tutti gli aggiornamenti riguardanti i principali social, non tutti arrivano allo stesso momento a tutti gli utenti. Il consiglio è quello di tenere sempre l’app aggiornata alla versione più recente e, qualora non fosse ancora presente, riprovare più avanti.

Come annunciato dalla piattaforma stessa, lo strumento di programmazione sarà attivo per i profili creator e professionali (quindi non lo è per i profili personali) e potrà essere utilizzato per programmare post, reel o caroselli. I contenuti potranno essere aggiornati con un massimo di anticipo di 75 giorni.

La procedura è molto semplice:

  • Dopo aver creato il contenuto e prima di condividerlo, dobbiamo cliccare sul tasto “Funzionalità avanzate”;
  • Se disponibile, appare la feature “Programma post”;
  • Qui è possibile selezionare data e orario in cui vogliamo che il contenuto venga pubblicato;
  • A questo punto possiamo tornare indietro e cliccare sul pulsante “Programma”.

e il contenuto sarà programmato.

Al momento, però, la programmazione non è prevista per le stories. Tuttavia è possibile programmarle dall’app di Meta Business Suite, che è gratuita.
Un vantaggio dell’uso di Meta Business Suite per programmare i post di Instagram è che stai usando una piattaforma che offre una visione d’insieme sugli account che gestisci. Se si seguono più pagine Facebook e Instagram, è possibile spostarsi da un account all’altro in modo molto semplice rendendo più efficiente il lavoro.

La stessa società (Meta) ha affermato di essere già nella fase sperimentale dello strumento e che la capacità di programmare i contenuti (post e Reel) è già disponibile ad una piccola percentuale degli utenti Instagram. Tuttavia, non sono stati forniti dettagli sulla disponibilità globale del nuovo strumento di programmazione dei contenuti.

Nel caso in cui la nuova funzionalità per programmare su Instagram sia disponibile, per visualizzare o gestire i contenuti già programmati, sarà sufficiente recarsi sul proprio profilo, aprire il menù in alto a destra (le tre linee orizzontali) e cliccare su “Contenuti programmati”, la nuova voce che si aggiungerà al menù a tendina in automatico. Nel menu, verranno mostrati i contenuti programmati sotto-forma di elenco, con un’anteprima sulla sinistra e data e ora della programmazione nella zona centrale. Effettuando un tap sui tre pallini posti all’estrema sinistra, poi, si aprirà un ulteriore sotto-menu che consentirà agli utenti di modificare il post, riprogrammarlo, condividerlo immediatamente su Instagram o eliminarlo del tutto.

Per raggiungere i propri obiettivi, è importante stare al passo con i nuovi aggiornamenti e affidarsi a degli specialisti del web, i quali ti aiuteranno a realizzare i progetti prefissati.
Se cerci una Web agency a Napoli, che gestisca i tuoi social al passo con le novità, contattaci per richiedere una consulenza e fai crescere il tuo business in modo sano e duraturo.

Il 2 Dicembre 2022 dalle 9:30 alle 18:00 all’Hotel Parker’s Napoli si terrà un evento dedicato ai professionisti ed aziende del Wedding: un focus teorico e pratico sugli ultimi aggiornamenti e strategie per la promozione Wedding on line e sui Social Network.

Il nostro team di esperti in Digital Marketing daranno consigli, suggeriranno tecniche di promozione sul web e forniranno tante informazioni in esclusiva a chiunque voglia parteciparvi. Apprendere nuove competenze digitali è il primo passo per crescere a livello professionale e/o aziendale.
Prenota il tuo posto Al Wedding & Digital Update 2022

Programma dell’evento

  • H. 9:30: Accredito ed accoglienza
  • H. 10:00: Wedding Update: cosa serve in futuro per la promozione wedding, app, consigli pratici e strategie. 
    A cura di: Gennaro Guida (Fondatore Wad.it e CEO Estensa.it).
  • H 11:30: Social update : tutte le nuove funzioni di Instagram, Facebook e TikTok da applicare alla promozione wedding.
    A cura di: Giuliana Raso (Social Media Manager & Creator)
  • H 13:00: Q&A – Domande e Risposte
  • H 13:30: Light Lunch
  • H 14:30: Sponsorizzazioni Wedding: come sponsorizzare al meglio i servizi wedding con Facebook Ads e Google Ads
    A cura di: Andrea Fiandra (Ads Manager Senior).
  • H 16:00: Strumenti per la Creatività : Ig stories, reels e tiktok come crearli con Canva & co.
    A cura di: Rosa Bertenni (Social Media Manager & Creator)
  • H 17:30: Q&A – Domande e Risposte
  • H 18:00: Saluti e fine evento

L’evento è stato organizzato da Estensa in collaborazione con VIVIARS / ALL STARS / GRAND HOTEL PARKER’S.

In questi giorni è andato online il nuovo sito web di Leone Camere D’Autore, boutique hotel situato nello splendido quartiere Chiaia di Napoli, a cura di Estensa.

Il suo design riprende e valorizza l’eleganza degli spazi presenti all’interno della prestigiosa struttura, situata a due passi da Piazza dei Martiri.
Le camere e gli ambienti comuni sono curati nei minimi dettagli, impreziositi dagli elementi d’arredo.
La famiglia Leone è da oltre 40 anni leader nell’antiquariato, e ciò ha permesso di arricchire la struttura con decorazioni classicheggianti, porte antiche e pavimenti di altre epoche: un vero e proprio tributo alla bellezza d’interni.

Nella home page è possibile avere un’anteprima della tipologia di camere che l’hotel offre, oltre ad un sistema di booking che in pochi minuti mostra la disponibilità a seconda delle date inserite.

L’obiettivo principale del progetto è quello di offrire all’utente una user experience intuitiva e veloce, inserendo in home page anche i servizi più richiesti quando si prenota un soggiorno: transfer, noleggio auto e guide turistiche. Una user experience ottimale è data anche dai touchpoint di whatsapp e della telefonata immediata, con i quali si avrà in pochi istanti un contatto più diretto con la struttura.
Il sito web è stato realizzato in più lingue: oltre alla versione italiana abbiamo infatti anche quella inglese e tedesca. Grazie ad un semplice click si può passare facilmente da una versione all’altra.

Naviga sul sito di Leone Camere D’Autore per prenotare un’esperienza di soggiorno esclusiva!

Google non smette di stupirci quest’anno con le tante novità che riguardano sia le modalità di raccolta dati, in primis l’introduzione di GA4, sia le campagne pubblicitarie. Vediamo quali sono le news più interessanti che riguardano proprio la piattaforma di advertising Google Ads.

Spazio al machine learning e all’automazione: Performance Max

Con le campagne Performance Max, Google conferma la preferenza nell’uso di automazioni e machine learning nelle sue piattaforme con relativa riduzione del controllo dell’utente. Contando sulla ricerca continua in fatto di algoritmi e data collecting, il gigante di Mountain View, punta ad offrire campagne sempre più ottimizzate dalle macchine che possano offrire stime basate su calcoli complessi relativi ad una immensa mole di dati. La scelta su offerta e canale di pubblicazione è sempre più legata alle probabilità di successo stabilite dagli algoritmi.

Che cos’è Performance Max

Performance Max permette di accedere a tutto il proprio inventario Google Ads da una sola campagna. Con questa campagna l’inserzionista può comunicare il proprio messaggio su rete di ricerca, rete Display e Discover, YouTube e Maps.
Il vantaggio principale di Performance Max è appunto quello di aumentare le performance delle campagne, andando ad ottimizzare il budget con scelte sempre più data driven in fatto di canali, tempi e utenti ai quali mostrare gli annunci.

Performance Max: Funzionalità in fase Beta per il 2022

Questa tipologia di campagna è ancora in fase di sperimentazione e l’efficacia sarà valutabile solo quando tutte le funzionalità usciranno dalla fase Beta, probabilmente a metà 2023. Per ora la campagna Performance Max può essere utilizzata per le campagne di ricerca e quelle Google Shopping.
A breve Performance Max sarà disponibile anche per gli obiettivi local, quelli legati ai punti vendita, e per gli Hotel.

Attribuzione data driven in Google Ads: cos’è e cosa cambia

Se siete proprietari di un account Google Ads o web marketing manager probabilmente avete ricevuto una mail nella quale si avvisava che, a partire da Ottobre 2022, il modello di attribuzione del vostro account sarebbe passato automaticamente a quello basato sui dati, salvo indicazioni contrarie da parte vostra. Il modello di attribuzione di Google Ads è il modello in base al quale la piattaforma attribuisce le azioni di conversione. Fino ad oggi quello predefinito di Google Ads era quella dell’ultimo clic: la conversione viene attribuita interamente all’ultimo clic di interazione con l’annuncio. Con il modello basato sui dati, invece, l’attribuzione viene fatta sulla base dei dati derivanti dalle modalità di interazione dei clienti, andando ad attribuire proporzionalmente il merito tra i vari touchpoints.

Sintesi Vocale per i video Youtube

Da Luglio 2022 Google Ads permette agli inserzionisti di introdurre in modo facile e veloce una voce fuori campo negli annunci video. Perché? Dagli studi effettuati dal colosso americano, l’audio è un elemento fondamentale per l’engagement del pubblico. Ma Google non si limita a darci la possibilità di inserire una voce fuori campo, mette a disposizione un sintetizzatore vocale che trasforma il testo in una traccia audio. Per far sì che la voice over non stoni con l’immagine e l’asset comunicativo del brand sponsorizzato, al momento Google Ads mette a disposizione una selezione di 7 voci (4 maschili e 3 femminili). C’è però una “brutta notizia”, la funzionalità non è ancora disponibile in italiano. Per ora le sintesi vocali che potrete trovare saranno in inglese (statunitense),coreano, filippino, francese, hindi, indonesiano, malese, mandarino, spagnolo e svedese.

Vuoi conoscere tutte le opportunità che Google Ads può offrire al tuo business e cerchi una Web Agency a Napoli? Contattaci, i nostri consulenti sono a tua disposizione per trovare la soluzione fatta su misura per le tue esigenze.